Il 30 novembre l'avvio della raccolta domiciliare dei rifiuti

Dal 30 novembre partirà la raccolta porta a porta dei rifiuti anche nel centro storico di Carpi con l’obiettivo di migliorare ulteriormente la quantità e la qualità della raccolta differenziata, consentendo di smaltire meno rifiuti in discarica, avviare al recupero una maggiore quantità di materiali riciclabili e quindi prelevare meno materie prime dall’ambiente.

Il nuovo servizio di raccolta domiciliare dei rifiuti riguarderà l’area delimitata da via De Amicis, viale Ariosto, viale Nicolò Biondo, via Volturno, viale Garagnani, p.le Ramazzini, viale dei Cipressi, viale Guido Fassi, p.le Marconi, via Galilei.

Saranno complessivamente coinvolte circa 3000 utenze (2000 famiglie e 1000 attività).
Il progetto prevede la raccolta domiciliare per i rifiuti indifferenziati; carta, cartone e cartoni per bevande; rifiuti organici; sfalci e potature. I cassonetti grigi, azzurri e marroni saranno eliminati e, al loro posto, saranno consegnati appositi contenitori da esporre, davanti alle abitazioni o attività, in giorni e ad orari prestabiliti. Nessun cambiamento per la raccolta degli imballaggi in plastica e di vetro e lattine: i cassonetti gialli e le campane verdi resteranno a disposizione sul territorio.
Come per gli altri residenti del territorio carpigiano, i contenitori forniti ai cittadini sono dotati di microchip e consentiranno quindi di quantificare i rifiuti conferiti da parte di ogni utenza. Dal 1° gennaio 2016 a Carpi partirà la tariffa puntuale, un sistema di calcolo della tariffa rifiuti che non si basa più sul criterio dei metri quadrati dell’immobile ma è correlato alla produzione di rifiuti
Nelle prossime settimane i cittadini saranno contattati direttamente da informatori ambientali, che illustreranno, a domicilio, la nuova modalità di gestione dei rifiuti. Nelle settimane successive arriveranno poi gli operatori a consegnare i nuovi contenitori e i materiali illustrativi con tutte le indicazioni per separare ed esporre i rifiuti in modo corretto. Le aziende verranno contattate direttamente dai tecnici di AIMAG per la presentazione del nuovo servizio e per raccogliere particolari esigenze in termini di dotazioni e contenitori.